Gravina, si insedia la consulta giovani

Partecipazione diretta, il sindaco Giammusso:"Avviciniamo le giovani generazioni alla vita amministrativa"

Si è insediata oggi la Consulta comunale Giovani: a tenere a battesimo la prima seduta dell'organo partecipativo è stato il sindaco Massimiliano Giammusso, il quale in apertura dei lavori ha ripercorso il cammino amministrativo che ha portato all'approvazione del regolamento comunale per le Consulte di settore: "L'idea nasce dalla volontà di ampliare e favorire la partecipazione dei cittadini nella vita amministrativa della nostra comunità – ha dichiarato il primo cittadino – sono organi propositivi e consultivi di supporto e stimolo all'azione amministrativa del sindaco, degli assessori e del Consiglio comunale. Ricordo in questa sede di essere stato, durante la scorsa consiliatura, tra i promotori del regolamento insieme all'attuale presidente del Consiglio comunale Claudio Nicolosi. Oggi torna operativo questo strumento di partecipazione a cominciare proprio dalle tematiche giovanili e sono felice che ci sia una significativa presenza di esponenti della vita politica universitaria, la stessa dalla quale provengo. Gravina ha bisogno di nuove energie che si vogliano spendere nel territorio in linea con il sostanziale ricambio generazionale che abbiamo ottenuto alle scorse elezioni amministrative".

Gli ha fatto eco l'assessore alle Politiche giovanili Salvo Santonocito: "Il percorso della consulta sarà contraddistinto da spirito collaborativo, l'obiettivo è quello di far tornare le giovani generazioni protagoniste. La nostra amministrazione darà il massimo sostegno alle iniziative e alle idee che verranno proposte".

L'augurio di buon lavoro è arrivato inoltre dal presidente del Consiglio comunale: "Le Consulte sono un valore aggiunto sia per l'amministrazione che per i rappresentanti dei cittadini – ha dichiarato Claudio Nicolosi– l'assemblea che presiedo sarà sempre disponibile all'ascolto e organizzeremo incontri periodici con i vertici della Consulta. Oggi diamo il via al percorso che porterà all'insediamento delle altre Consulte di settore".

A ricoprire la carica di presidente della Consulta Giovani sarà Paolo Rizzo (Alleanza Universitaria), il vicepresidente sarà Mirko Giubilante (Azione Universitaria), mentre le funzioni di segretario verranno svolte da Giordano Argento (Contro Campus). Il sindaco ha nominato quale suo delegato Federico Scalisi, attuale senatore accademico, e Maria Rita Cappello in qualità di componente esperto. Fanno parte della Consulta i rappresentanti delle associazioni: Francesco Carpino (Non solo feste); Maria Chiara Amara (Gioventù nazionale); Salvatore Messina (Destra Universitaria); Dario Platania (Patria Futura); Nino Stazzone (Il Popolo degli studenti); Laura Butera (Avanguardia); Mirko Giovanni Bongiovanni (Futuro e Libertà); Amedeo Buccheri (A.s.d Polisportiva Le Saette); Michaela Consolo (Modavi Federazione regionale della Sicilia); Matteo Stabile (Associazione Elios).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Attentati Sri Lanka, tra le vittime una donna residente a Catania

  • Cronaca

    Controlli di polizia nelle feste pasquali, presi due ladri

  • Cronaca

    L'isola ecologica mobile si sposta al cimitero di Catania

  • Cronaca

    Traffico aereo e disagi per lo scirocco, due voli dirottati a Catania

I più letti della settimana

  • Enjoy lascia Catania: troppe auto distrutte, Pogliese: "Grande amarezza"

  • Trema la terra a Catania, terremoto di magnitudo 3.3 nello Jonio

  • Una organizzazione "svizzera" per il commando delle spaccate: bottino di oltre 174 mila euro

  • Coniugi catanesi indebitati, Tribunale blocca decreto ingiuntivo di una finanziaria

  • Estortore del clan Santapaola arrestato a Misterbianco

  • Concorso truccato all'università di Catania: condannata la commissione per abuso d'ufficio

Torna su
CataniaToday è in caricamento