Fiamme in una casa di Ragalna, bambino di 10 anni salva i fratellini

Mentre fiamme e fumo avanzano il piccolo eroe, fratello dei due fratellini di 5 anni al piano di sopra, senza esitare lancia prima l'allarme, poi li raggiunge per metterli in salvo

Casa in fiamme a Ragalna. Un corto circuito scatena le fiamme mentre due bambini, di cinque anni entrambi, sono al piano di sopra dell'abitazione. Mentre fiamme e fumo avanzano un bambino di 10 anni, fratello dei due bambini al piano di sopra, senza esitare lancia prima l'allarme, chiamando i pompieri, e poi sale di corsa a prendere la sorellina e il fratellino, mettendoli in salvo.

Il "piccolo" eroe di 10 anni si chiama Diego. E' lui il salvatore, un eroe per la famiglia. Tutti i bambini erano rimasti soli nella casa a due elevazioni, dove vivono anche i nonni, che però in quel momento erano usciti.

Diego ha visto le fiamme al piano superiore e ha pensato ai suoi fratellini: prima, dirà poi tra le lacrime ai suoi genitori, ha sbagliato a fare il numero. "Ho chiamato il 118, perché mi ero confuso". Poi ha composto il numero giusto il 115 per allertare i pompieri, mentre qualcuno, intanto, ha avvertito i carabinieri.

"Ho fatto quello cha andava fatto". Non si sente un eroe Diego. Lo dice ai suoi familiari, e lo riferisce telefonicamente all'Ansa suo zio, Enzo Messina, che è presidente del consiglio comunale di Ragalna. "Diego si è comportato come una persona adulta - aggiunge - è rimasto freddo, non si è fatto prendere dal panico, e ha agito con il massimo senso di responsabilità. Prima ha messo in sicurezza i suoi fratellini e poi ha chiamato aiuto, telefonando al 115. I pompieri hanno anche allertato i carabinieri che sono intervenuti subito"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Diego è tranquillo - ricostruisce ancora lo zio - sta dimostrando una grande maturità. Ma noi lo sapevano perché lo conosciamo. Poi la verità è che oggi, purtroppo, la normalità ci sembra così strana da non riconoscerla. Diego un eroe? Per noi è un ragazzo normale che ha fatto la cosa giusta. E' un ometto...". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

Torna su
CataniaToday è in caricamento