Caso Salafia: il feritore Rizzotti condannato a 18 anni di reclusione

Rizzotti, l'uomo che l'1 luglio 2010 ferì Laura Salafia, è stato condannato a 18 anni di reclusione, 2 anni in più rispetto a quanto chiesto dal pm

Il Gup di Catania ha condannato Andrea Rizzotti, l'uomo che l'1 luglio 2010 ferì la studentessa universitaria Laura Salafia, a diciotto anni di reclusione. La condanna è di 2 anni più pesante rispetto a quella chiesta dal pm Pasquale Pacifico.

Obiettivo della sparatoria era Maurizio Gravino, un perito assicurativo di 48 anni che, secondo la ricostruzione dell'imputato, era solito ingiuriarlo. Il processo per duplice tentativo di omicidio è stato celebrato con il rito abbreviato davanti al Gup Luigi Barone, che ha disposto il risarcimento dei danni alle parti civili, i familiari della studentessa, da stabilire in altra sede. Il pm Pasquale Pacifico aveva chiesto la condanna dell'imputato a 16 anni di reclusione.

Laura Salafia è stata colpita in piazza Dante davanti l'ex monastero dei benedettini di Catania, sede anche della facoltà di Lingue, dopo avere preso 30 all'esame di spagnolo. Durante il processo Rizzotti ha chiesto scusa alla famiglia di Laura Salafia, sostenendo di avere sparato dopo che aveva notato uno strano movimento fatto da Maurizio Gravino che, toccandosi la cintura dei pantaloni, gli aveva fatto credere di essere armato. L'avvocato di Laura Salafia, parte civile al processo, Carmelo Peluso, ha annunciato che presto, prima della fine di dicembre, la ragazza tornerà a Catania, dove si è costituito un comitato di cittadini per aiutare economicamente la famiglia della studentessa che vive costretta in un letto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento