Lavoro nero e abusi edilizi: i controlli a Trecastagni

Sospesa l'attività di un ristorante, denunciati 5 rivenditori di frutta per occupazione di suolo pubblico

Nell’ambito dei servizi predisposti dall’arma per combattere ogni forma di illecito in materia di salute pubblica, lavoro sommerso, edilizia abusiva e commercio su aree pubbliche, i carabinieri di Trecastagni, coadiuvati dai reparti speciali del N.I.L. e del N.A.S. di Catania, nell’ultima settimana hanno sottoposto a controllo numerosi esercizi commerciali ottenendo i seguenti risultati: Un ristorante di via Ercole Patti dov’è stata accertata la presenza di 3 lavoratori in nero su 5 presenti, per cui è stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale; l’installazione ed attivazione all’interno dei locali di un impianto di video sorveglianza senza la preventiva autorizzazione dell’Ispettorato del Lavoro di Catania, per cui il titolare, di anni 30, è stato denunciato all’Autorità giudiziaria; nonché il rinvenimento all’interno di un frigo-congelatore di alimenti in cattivo stato di conservazione (carne bovina, suina, pollame), privi di etichetta indicante la tipologia di prodotto, la data di produzione/acquisito, lotto e data di scadenza, tutti sottoposti a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una panineria di via Ercole Patti luogo in cui i militari hanno accertato che la proprietaria, di anni 50, aveva ampliato senza alcuna autorizzazione i locali mediante la realizzazione di 3 manufatti. Le opere sono state sequestrate, mentre la donna è stata denunciata all’Autorità giudiziaria per la violazione delle norme in materia edilizia. Controllati 5 rivenditori di frutta e verdura, con i locali ubicati in piazza Marconi, via Francesco Crispi, corso Sicilia, piazza Del Santuario e via Luigi Capuana. I titolari degli esercizi commerciali sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per l’occupazione abusiva di suolo pubblico con relativo sequestro delle strutture e successivo ripristino delle stato dei luoghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e i furti in abitazioni: undici le persone arrestate

  • Musumeci firma la nuova ordinanza, in Sicilia mascherine obbligatorie

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, lo store di Catania pronto a riaccogliere i visitatori: ecco come

Torna su
CataniaToday è in caricamento