Legalità, il murales di Peppino Impastato torna a nuova vita

L’opera artistica realizzata nel 2015 sulla circonvallazione lato Ognina, alcuni giorni addietro era stata vandalizzata

Con l’apposizione delle mani di studenti e cittadini intinte di vernice blu, è stato completato il ripristino del murales dedicato al giornalista Peppino Impastato, ucciso dalla mafia per le sue denunzie contro la delinquenza organizzata. L’ opera artistica realizzata nel 2015 dal club service Interact Catania ovest in collaborazione con l'associazione studentesca Atlas, sulla circonvallazione lato Ognina, alcuni giorni addietro era stata vandalizzata. Oltre ai soci e ai rappresentanti delle stesse organizzazioni promotrici, alla fase conclusiva del recupero dell’opera voluto dal sindaco Salvo Pogliese in segno di sostegno alla lotta alla mafia, hanno partecipato anche l’assessore Barbara Mirabella e il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro. Martedì scorso, operatori del Comune, avevano provveduto a rimuovere le scritte imbrattanti sul murale proprio sulle mani simbolicamente stampate sul muro e ora finalmente ristabilite.

101385633_10218069833562826_9079410209176158208_o-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

Torna su
CataniaToday è in caricamento