Librino: sgominata banda di rapinatori seriali, 11 arresti

Antimafia di Catania hanno preso avvio a seguito dell'omicidio di Sciuto Rosario avvenuto il 25 novembre 2011. L'operazione si è concentrata nel popoloso quartiere Librino

All’alba di oggi i Carabinieri del Comando Provinciale di Catania hanno dato esecuzione a 10 ordinanze di custodia cautelare i carcere nei confronti di un‘organizzazione criminale finalizzata alla commissione di reati conto il patrimonio, particolarmente violenti, che hanno colpito il capoluogo e l’hinterland catanese tra il dicembre 2011 e l’aprile 2012.

L’operazione che si è concentrata nel popoloso quartiere Librino di Catania, dove erano residenti tutti i destinatari delle misure cautelari, ha visto impegnati un centinaio di militari del Comando Provinciale Carabinieri di Catania.

Le indagini, coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Catania hanno preso avvio a seguito dell’omicidio di Sciuto Rosario avvenuto il 25 novembre 2011 a Librino.

In particolare, è emerso che G.M., unitamente al fratello minore A. 16enne, era a capo di un gruppo di giovani, tutti di Librino, particolarmente violenti. Il gruppo poteva contare anche sula disponibilità di armi,  sull’appoggio di Nizza Fabrizio, elemento di spicco del clan Ercolano Santapaola del gruppo di Librino.

Gli arrestati dovranno rispondere a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine e furti, aggravata dall’uso delle armi.

Le indagini hanno permesso, al momento, di acquisire elementi di responsabilità nei confronti del gruppo in ordine ai seguenti fatti delittuosi:

- 6 gennaio 2012, rottura della vetrata d’ingresso di un bar di un’aera di distribuzione carburanti Agip e furto del registratore di cassa e di sigarette;

-   6 gennaio 2012, rapina ai danni di due donne a bordo di una Mitsubishi, bloccate e minacciate di essere “scannate” venivano rapinate di effetti personali e soldi;

- 7 gennaio 2012, rapina ai danni di un distributore carburante Agip a Catania, si impossessavano   di soldi e sigarette del bar minacciando le vittime di spararci;

- 13 gennaio 2012, rapina distributore carburanti “Esso” a Catania.;

-  13 gennaio 2012, furto di una Fiat Uno, auto utilizzata per la rapina al distributore carburanti dello stesso giorno;

- 30 marzo 2012,  rapina ai danni di una gioielleria a Mascalucia, nella circostanza la titolare fu  presa a calci e pugni.


 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La polizia arresta il gestore della "Trattoria il Principe"

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Aggredisce due minori e si scaglia contro la guardia giurata intervenuta, arrestato

  • Biga Morgantina rubata dal cimitero di Catania, i nomi degli arrestati

  • Scarsa igiene, topi e lavoro nero: sequestrati 4 locali del centro

Torna su
CataniaToday è in caricamento