Litiga con il vicino per un parcheggio, lo accoltella e tenta di investirlo: arrestato

Una violenza inaudita. L'uomo si è scagliato con l'auto anche contro una donna e poi si è nascosto in una casa di campagna ma è stato arrestato dai carabinieri

Litiga con il vicino per un parcheggio e,al culmine di una lite, lo accoltella e tenta di investirlo. E' accaduto ieri sera a Palagonia e a finire in manette, arrestato dai carabinieri, è il 38enne Tommaso Fagone che dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio.

I fatti sono accaduti in via Anzalone e Fagone, dopo una discussione per banali motivi, ha estratto un coltello e ha sferrato diversi fendenti contro il vicino, anch'egli di 38 anni. Subito dopo il ferimento l'aggressore è salito a bordo della Fiat Multipla  e, dopo aver tentato di investire il vicino e la moglie accorsa in strada, è fuggito.

Una fuga durata poco. I carabinieri lo hanno scovato all'interno di una casa di campagna, in contrada Covoni, e lo hanno trovato nascosto sotto le coperte in camera da letto, con ancora addosso gli indumenti intrisi di sangue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Militello in Val di Catania e ha riportato diverse ferite alla testa, con la recisione di un'arteria temporale, al labbro e diverse contusioni. Si trova ricoverata e sotto osservazione mentre Fagone si trova adesso nel carcere di Caltagirone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento