Incaricato per le luminarie della festa del Santo Patrono le allaccia abusivamente alla rete elettrica pubblica

A scoprirlo i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati dai tecnici dell'ente erogante, hanno appurato la manomissione di oltre 40 di punti d'allaccio con il relativo danneggiamento dei cavi elettrici. L'uomo è stato arrestato per furto e danneggiamento aggravato

Nei due giorni di festa in onore del santo patrono di San Cono, il vincitore dell’appalto, un 55enne, originario della provincia di Messina, incaricato di allestire le luminarie per i festeggiamenti, ha pensato di collegare gli impianti direttamente all’illuminazione pubblica, evitando, di fatto, il pagamento all’Enel.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A scoprirlo i Carabinieri della locale Stazione, che coadiuvati dai tecnici dell’ente erogante, hanno appurato la manomissione di oltre 40 di punti d’allaccio con il relativo danneggiamento dei cavi elettrici. L’uomo è stato arrestato per furto e danneggiamento aggravato e, su diposizione del magistrato di turno, rimesso in libertà in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Sicilia 15 nuovi casi di Coronavirus, nessun focolaio: quattro casi a Catania

  • Coronavirus, famiglia positiva a Librino: l’Asp sta ricostruendo i movimenti dei 4 componenti

  • Sidra, giovedì 16 luglio sospesa erogazione idrica in un'ampia area di Catania

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

Torna su
CataniaToday è in caricamento