Mafia, patrimonio sequestrato ai vertici del clan Nizza affiliato ai Santapaola-Ercolano

I destinatari del sequestro, attivi nell'area di Librino, ma anche nel nord Italia e in Europa annoverano condanne per mafia, estorsione, traffico di droga, omicidi e detenzione illegale di armi da guerra

Dalle prime ore della mattinata , la direzione investigativa antimafia di Catania sta eseguendo un decreto di sequestro di beni, emesso dal locale Tribunale - sezione misure di prevenzione, nei confronti dei vertici del clan Nizza affiliato alla famiglia mafiosa di Cosa Nostra catanese Santapaola-Ercolano, attivo nell’area di Librino con diramazioni nel nord Italia ed in Europa.

I destinatari del provvedimento di sequestro dei beni, annoverano varie condanne in primo e secondo grado per il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso, finalizzata alle estorsioni, al traffico di sostanze stupefacenti, agli omicidi e alla detenzione illegale di armi da guerra.Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso della mattinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • In arrivo oltre duecento assunzioni all'aeroporto di Catania

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento