Mafia e massoneria, inchiesta 'Brotherhood': 3 condanne e 5 assoluzioni

Venti anni di reclusione per Aldo Ercolano, sei anni e otto mesi per Giuseppe Finocchiaro e tre anni per Antonio Drago. Assoluzione, invece, per Francesco e Carmelo Rapisarda perché il fatto non sussiste

Venti anni di reclusione per Aldo Ercolano, sei anni e otto mesi per Giuseppe Finocchiaro e tre anni per Antonio Drago. Assoluzione, invece, per Francesco e Carmelo Rapisarda, perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza emessa dal Tribunale di Catania, presieduto da Maria Grazia Caserta, nei confronti degli imputati nel processo su mafia e massoneria scaturito dall'inchiesta denominata 'Brotherhood' della Guardia di finanza. Francesco Rapisarda 'sovrano'della Gran Loggia massonica Federico II era stato arrestato insieme con il fratello e altre quattro persone tra cui proprio Aldo Ercolano reggente della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano. L'indagine dei finanzieri aveva ricostruito gli affari del clan in alcune aste giudiziarie manovrate proprio da Ercolano. I giudici hanno assolto anche Antonino Finocchiaro, Christian Puglisi e Adamo Tiezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento