Consigliere comunale si dimezza l'indennità e crea sette zone wi fi gratuite

Nei prossimi mesi saranno create sette 'wi fi free zone' in diverse aree di Catania, dalla periferia al centro. I collegamenti in rete saranno tutti a carico del consigliere comunale Messina e di Giovane Italia Catania

Il piccolo borgo marinaro di San Giovanni Cuti, dalla prossima settimana, diventerà una delle prime “wi-fi free zone” di Catania. Cittadini e turisti potranno, quindi, collegarsi gratuitamente a Internet davanti a una buona granita o mentre si godono il caldo sole etneo.

La "wi fi free zone" di San Giovanni Li Cuti, è a costo zero per il Comune di Catania poiché le spese per la sua realizzazione e gestione, come anche quelle delle altre ‘wi fi free zone’, che saranno create in città, sono tutte a carico del consigliere Messina, che devolverà il 50% del suo emolumento da amministratore comunale, e di Giovane Italia con la collaborazione tecnica di Free Luna e del ristorante ‘Pititto’che fornisce i locali per il posizionamento delle antenne wi fi.

Dalla prossima settimana e per un intero anno spiega Manlio Messina - la zona di San Giovanni Li Cuti sarà dotata di connessione wi fi gratuita a disposizione di cittadini e turisti che potranno così navigare liberamente nel web. Quella di San Giovanni Li Cuti sarà solo la prima ‘wi fi free zone’, infatti nei prossimi mesi ne verranno realizzate altre sia nelle zone centrali di Catania che nelle periferie”.

Secondo il progetto, nei prossimi mesi saranno create altre sei‘wi fi free zone’ in diverse aree di Catania, dalla periferia al centro. I collegamenti in rete saranno sempre a carico del consigliere comunale Manlio Messina e di Giovane Italia Catania. Inoltre, saranno i cittadini a scegliere quale aree di Catania dotare del wi fi gratuito tramite un sondaggio online che nei prossimi giorni verrà lanciato dal blog del consigliere Messina  e dalla pagina facebook di Giovane Italia Catania.

Riteniamo lodevole la decisione del consigliere comunale Manlio Messina di ‘investire’ il 50% del suo emolumento da amministratore – sottolinea Luca Sangiorgio, presidente di Giovane Italia Catania - per fornire alla città di Catania un servizio che riteniamo utile per abbattere il muro del digital divide a Catania, considerato il ritardo con cui l’Amministrazione comunale si muove nel settore dell’innovazione tecnologica, e permettere ai cittadini e non solo di accedere gratuitamente alla Rete. Invitiamo pertanto, anche, gli altri Amministratori pubblici catanesi, a cominciare dal sindaco, assessori e consulenti esterni, e conseguentemente anche i colleghi consiglieri comunali, a seguire l’esempio di Messina decidendo di tagliare della metà la loro indennità di carica così da destinare le somme risparmiate a servizi per la città e i cittadini”.

Ecco come usufruire della connessione gratuita Wi-Fi di San Giovanni Li Cuti:

•configurare la scheda wireless del proprio portatile, smartphone o tablet in modo da ottenere automaticamente un indirizzo IP;

•connettersi alla rete Free Luna;

•aprire una pagina web (esempio www.cataniatoday.it)

•il sistema risponderà con una pagina di benvenuto per la registrazione dove si dovranno inserire i propri dati anagrafici (Nome, Cognome, data di nascita, indirizzo, email) e numero di telefono cellulare di proprietà;

•inviare questi dati al sistema e, come da richiesta, effettuare dal proprio cellulare una telefonata ad un numero di rete fissa;

•il sistema intercetta la chiamata dopo pochi squilli (senza addebito per l’utente) ed estrae il numero telefonico;

•se il numero telefonico coincide con quello indicato alla registrazione, il sistema invierà le credenziali di accesso (User ID e Password) per la connessione che saranno valide per un anno.

•Inserendo le credenziali sulla pagina di benvenuto si potrà navigare liberamente per un massimo di 120 minuti al giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • Cade lampione su passante mentre allestiscono luci di Natale in via Etnea

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento