Gli indipendentisti siciliani sfilano in corteo a Randazzo

I partecipanti hanno voluto ricordare Antonio Canepa, Giuseppe Lo Giudice e Carmelo Rosano

Si è svolta a Randazzo la marcia indipendentista indetta dal Comitato Vespro 2019, movimento che raggruppa 27 realtà tra associazioni, gruppi e partiti indipendentisti e autonomisti siciliani. I partecipanti hanno voluto ricordare Antonio Canepa (fondatore e comandate EVIS-Esercito Volontario per l'Indipendenza della Sicilia), Giuseppe Lo Giudice e Carmelo Rosano, uccisi in un agguato teso da una pattuglia di carabinieri il 17 giugno del 1945 in località Murazzu Ruttu, proprio nel luogo da cui la marcia è partita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L' eccidio ha numerosi punti oscuri ed è coperto da segreto di Stato. Si trattò - afferma Antonio Fricano del comitato Vespro 2019 - di un vero e proprio agguato e non uno scontro a fuoco a seguito di un blocco stradale e vi sono alcuni fatti che rendono verità a questa tesi. Sarebbe bene che si tornasse sui fatti per svelare la verità e renderla nota. Il pensiero politico e la visione sociale di Canepa sono assolutamente attuali. Egli nel suo libretto La Sicilia ai Siciliani parlava di Crispi come di un traditore, ecco che anche oggi vi sono siciliani che aderiscono a partiti italiani e tale paradosso lo viviamo sulla nostra pelle con le sue nefande conseguenze".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento