Spacciatore insofferente ai domiciliari finisce in carcere

L’ultimo arresto in flagranza, sempre per spaccio, ne ha confermato la propensione a delinquere

I carabinieri del nucleo operativo di Paternò hanno arrestato il 27enne paternese Marco Di Leo, eseguendo un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Catania. È stato più volte colto in flagrante per reati affini al mondo della droga.Il 18 gennaio scorso minacciò apertamente i carabinieri, dicendo loro: "Se entrate in casa, dopo vi vengo a cercare e vi sparo".

In quell’occasione, i militari gli perquisirono l’abitazione, trovando nella pattumiera 25 dosi di marjuana e del materiale tipicamente utilizzato dagli spacciatori. Anche durante i periodi trascorsi ai domiciliari, è evaso ed ha continuato ad avere a che fare con la droga, come accertato dai militari che gli trovarono in casa della sostanza stupefacente pronta ad essere piazzata.

Nel luglio scorso l’ultimo arresto in flagranza, sempre per spaccio, ne ha confermato la propensione a delinquere, coniugata alla riluttanza nei confronti della detenzione domiciliare. Quadro che ha costretto il giudice, su proposta dei carabinieri, ad ordinarne l’arresto ed il trasferimento nel carcere di piazza Lanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Ripuliscono il conto corrente di una pensionata: 3 denunciati, tra loro una donna

Torna su
CataniaToday è in caricamento