Mascali, capi di bestiame potenzialmente infetti: sequestrato allevamento

I carabinieri del Nas hanno denunciato il titolare dell'azienda zootecnica che allevava gli animali in completa promiscuità. Si stima che gli esemplari abbiano un valore di circa 50.000 euro

Foto archivio

I carabinieri del Nas. di Catania, durante i controlli svolti nei giorni scorsi alle attività e strutture dedicate all’allevamento di bestiame, le cui carni e i prodotti derivati sono destinati alle tavole dei cittadini, hanno riscontrato delle irregolarità igienico-sanitarie in una azienda zootecnica di contrada San Nicola a Mascali.

 I militari, coadiuvati dal servizio veterinario dell’Asp, al termine dell’ispezione hanno evidenziato come il titolare dell’allevamento ovi-caprino non avesse identificato i capi di bestiame, sottoposti alla prevista profilassi – di conseguenza tutti sprovvisti di documentazione sanitaria – allevandoli in completa promiscuità. Gli animali pertanto sono stati giudicati potenzialmente infetti e pericolosi per la salute pubblica. L’allevamento è stato posto sotto sequestro. Si stima che gli animali sequestrati abbiano un valore di circa 50.000 euro.

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Catania, i 15 eventi del week-end: Festa dell'arancino, Sagra del pane condito, Noah LIVE

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Incidente stradale a Bronte, un morto: traffico bloccato sulla statale 284

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Latitante si nascondeva grazie ad un buco in garage

Torna su
CataniaToday è in caricamento