Si appropriavano della merce sequestrata, a giudizio 4 vigili

Quattro mesi fa i vigili indagati, Giovanni Gemmellaro, Santo Calderone, Aldo Midolo e Gaetano Villa, sono tornati al lavoro. Dovranno comparire in tribunale davanti alla terza sezione penale il prossimo 31 ottobre

Quattro vigili urbani di Catania sono stati rinviati a giudizio dal Gup Giuliana Sanmartino per concussione, abuso d'ufficio e il falso in atto pubblico. Sono accusati di avere abusato del loro ruolo per appropriarsi di merce di venditori ambulanti cinesi, senza redigere alcun verbale di sequestro.

In un caso si sarebbero impossessati, come scrive il Pm Angelo Busacca nella richiesta di rinvio a giudizio, di una bancarella e di 1.750 euro. I quattro vigili avrebbero anche redatto verbali con false attestazioni in cui veniva evidenziato che i sequestri di merce contraffatta avveniva con la fuga dei venditori ambulanti, fatti invece avvenuti in maniera diversa.

A marzo del 2011 il loro arresto subito trasformato in detenzione domiciliare, poi annulata dal Tribubunale del riesame. Quattro mesi fa i vigili indagati, Giovanni Gemmellaro, Santo Calderone, Aldo Midolo e Gaetano Villa, sono tornati al lavoro. Dovranno comparire in tribunale davanti alla terza sezione penale il prossimo 31 ottobre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Centro storico, la polizia mette i sigilli al pub "Area 51"

  • Cosa fare a Catania, i 15 eventi del week-end: Polpette in Festival, Sagra dei Fritti, Festa del Fungo Porcino

  • Operazione "Black gold", in manette la banda che rubava idrocarburi dagli oleodotti

Torna su
CataniaToday è in caricamento