Migliora la raccolta differenziata in Sicilia: maglia nera per Catania

Cresce la percentuale di raccolta differenziata in Sicilia. Vanno, però, male le Città metropolitane: Palermo è al 19 per cento in questo primo scorcio del 2019, a Messina la media è del 21,5 per cento, mentre a Catania si è all'11,5 per cento

Cresce la percentuale di raccolta differenziata in Sicilia. Nei primi quattro mesi del 2019 la media regionale si è attestata sul 39,05 per cento con il picco di aprile quando ha toccato quota 39,5. I dati sono stati raccolti dal dipartimento regionale Acqua e rifiuti sulla base delle comunicazioni periodiche dei Comuni. Il governo regionale ha così ottenuto un sensibile aumento di 17 punti percentuali in un anno e mezzo di lavoro grazie a un'azione di pressing sugli enti locali e di disponibilità e collaborazione. E tutto questo nonostante - viene sottolineato da Palazzo d'Orleans - sequestri, guasti e problemi finanziari abbiano bloccato il funzionamento di diversi impianti che trattano l'umido, la parte piu' consistente della differenziata. Vanno, però, male le Città metropolitane: Palermo è al 19 per cento in questo primo scorcio del 2019, a Messina la media è del 21,5 per cento, mentre a Catania si è all'11,5 per cento. Il governo sta lavorando per aiutare queste aree che incidono pesantemente sulla media regionale. Nella provincia etnea, il Comune col risultato migliore nel 2019 è Mazzarrone con 84,5 per cento.

Un Comune su tre ha già raggiunto la soglia richiesta dall'Europa del 65 per cento, mentre una quarantina di enti locali è a ridosso dell'obiettivo richiesto. C'è poi un'ampia fetta di Comuni con trend in crescita e raccolta differenziata sopra il 50 per cento: in pratica, nel complesso la metà dei Comuni siciliani è promossa a pieni voti. Gli uffici di viale Campania a Palermo spiegano che i dati sono ritenuti attendibili e lo scostamento anche in passato è stato di pochi decimali.

L'assessore regionale all'Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, spiega che "il percorso intrapreso è ormai chiaro e nei prossimi mesi dovrebbe vedere la situazione normalizzarsi. La raccolta differenziata è in continua crescita e stiamo accompagnando Comuni e ambiti territoriali nella definizione dell'impiantistica. Scontiamo ancora crisi locali dovute a guasti e inceppi, ma contiamo il prossimo anno di trovarci di fronte a un quadro che dovrebbe consentire di far fronte a ogni tipo di problema". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Scoperto arsenale, era nascosto in serbatoi sotterrati vicino al lido Le Capannine

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

  • Ragazze picchiano le compagne di scuola e diffondono il video sui social

  • Beccati a lavorare e confezionare 180 chilogrammi di marijuana, arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento