Continuano i controlli contro la pesca abusiva, multato peschereccio ad Ognina

I numerosi tonnacchi alletterati sono stati donati al dormitorio "Crocifisso dei Miracoli", gestito da Padre Gianni

Foto archivio

Gli agenti di polizia continuano ad ispezionare i pescatori abusivi di tutta Catania. Questa volta è toccato ad una imbarcazione di Ognina, che aveva calato un palangaro con 700 ami senza avere le necessarie autorizzazioni. Mancavano persino i segni identificativi sulle fiancate del natante, ovviamente non provvisto di licenza per la pesca professionale.

E' stato sequestrato il pescato in eccesso, lasciando ai tre membri dell'equipaggio solo la quantità consentita dalla normativa di settore.Sequestrata anche l'attrezzatura. I numerosi tonnacchi alletterati sono stati donati al dormitorio "Crocifisso dei Miracoli", gestito da Padre Gianni. Per gli abusivi è scattata una multa di 7500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento