Neonata abbandonata, nuove indiscrezioni sulla famiglia

Si comincia a fare più chiarezza: forse la bambina non è nata da un rapporto incestuoso ma dall'attività di postituzione della donna

Sul fatto della bambina abbandonata in una scatola accanto al corpo del nonno defunto, si comincia a fare più chiarezza. L'Assessore Carlo Pennisi ha, infatti, chiesto delucidazioni agli assistenti sociali della I Municipalità. Secondo la ricostruzione fornita, nel 1999 la famiglia si era rivolta ai Servizi Sociali per ottenere un'assistenza economica, secondo la formula "una tantum".

Negli anni successivi, nessuna richiesta perchè la famiglia faceva affidamento sulla pensione - anche di invalitidà- dell'uomo defunto. Solo lo scorso giugno, i vicini hanno segnalato che qualcosa non andava in quella famiglia e i servizi sociali si sono recati sul posto il 6 luglio. Un'altra visita era prevista per il 13 luglio, ma gli assistenti sociali non riuscivano ad entrare nell'abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Successivamente, i servizi sociali segnalavano l'impossibilità di aiutare la famiglia alla Procura della Repubblica e alla Procura dei Minori. A seguire la scoperta del cadavere e della bambina, su ulteriore segnalazione dei vicini. In attesa che si concludino le indagini dell'autorità giudiziaria, la notizia che forse la bambina non è nata da un rapporto incestuoso ma dall'attività di postituzione della donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • Coronavirus, ordinare a domicilio: la lista delle attività a Catania

  • Fanno la spesa, ma non possono pagare: due cittadini identificati

  • "A casa con febbre e tosse, ma nessun tampone", il racconto di un giornalista di CataniaToday

  • Coronavirus, al Garibaldi già dieci guariti con la terapia "combinata"

  • I casi positivi nella provincia di Catania sono 453 ( + 48): aumentano i ricoverati

Torna su
CataniaToday è in caricamento