Omicidio a Paternò, uccide il fratello a colpi di pistola: arrestato

Il movente pare sia legato alla continua richiesta di denaro da parte del fratello minore tossicodipendente, che aveva continuamente bisogno di soldi per acquistare la droga

Nel corso della notte appena trascorsa, si è consumato un fratricidio a Paterno'. Andrea Befumo, di 34 anni, tossicodipendente, ha ucciso con quattro colpi di revolver il fratello Paolo, di 40 anni. L'omicidio e' avvenuto in via Pergusa, nella casa della vittima. Subito dopo il delitto, i carabinieri della compagnia hanno arrestato l'assassino. Dalle prime indagini, si e' appreso che i due fratelli ieri sera avevano litigato in un pub di Paterno'. Poco prima di mezzanotte Andrea Befumo ha raggiunto il fratello Paolo nella sua casa e li' l'avrebbe ucciso. Il movente pare sia legato alla continua richiesta di denaro da parte del fratello minore tossicodipendente, che aveva continuamente bisogno di soldi per acquistare la droga.

Paolo BEFUMO cl.79 (vittima)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • In arrivo oltre duecento assunzioni all'aeroporto di Catania

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento