Aggrediscono i medici al pronto soccorso del Vittorio, arrestati due fratelli

Hanno picchiato i medici che sono intervenuti per soccorrere un familiare, in codice rosso, solo perché gli è stato chiesto di uscire dalla stanza e consentirgli di assistere al meglio il paziente

Sono arrivati al pronto soccorso dell'ospedale Vittorio Emanuele con un giovane privo di sensi, in codice rosso e hanno aggredito i due medici che, intervenuti immediatamente a soccorrere il paziente, hanno chiesto ai familiari di lasciare la sala, per poter assistere al meglio il ragazzo, probabilmente vittima di un incidente stradale.

Il video dell'aggressione

Cristofaro Fuselli, 39 anni, spalleggiato dal fratello, ha colpito al volto e insultato la dottoressa che ha chiesto ai familiari di abbandonare la stanza. Anche l'intervento di un altro medico, che cercava di calmare gli aggressori, ha sortito l’effetto contrario. Infatti il poveretto, dopo essere stato minacciato, nel tentativo di sfuggire alla furia degli assalitori si è nascosto in una delle stanze del pronto soccorso dove, proprio davanti alla porta, è stato raggiunto, afferrato per un braccio e colpito ripetutamente al viso, tanto da riportare un “trauma contusivo alla regione facciale ed al collo” con una prognosi di 15 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia presentata dai due medici ai carabinieri, ha consentito agli investigatori dell’Arma di ricostruire l’accaduto e di dare un volto agli aggressori, identificati grazie all’analisi delle immagini registrate dalle telecamere di sicurezza eanche attraverso l’acquisizione di alcune testimonianze. Questi approfondimenti investigativi, posti all’esame del magistrato titolare dell’indagine, hanno portato all'arresto dei due per violenza, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. I due si trovano attualmente ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e i furti in abitazioni: undici le persone arrestate

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Amazon annuncia l’apertura di un nuovo deposito di smistamento a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento