Parco Gemmellaro, il verde lascia posto ai rifiuti

Un'area destinata al verde e al turismo, versa oggi nell'incuria. Uno tra gli spazi più importanti della città è stato definitivamente espugnato dall'azione dei vandali

Doveva essere un’area destinata al verde. Oggi versa nell’incuria. Uno tra gli spazi più importanti di Catania, Parco Gemmellaro, è stato definitivamente espugnato dall’azione dei vandali. Dove prima sorgevano fiori di ogni tipo, oggi restano soltanto terra ed erbacce. Dove prima era possibile correre, portare serenamente i propri figli, oggi resta desolazione.

Gli unici a scodinzolare liberamente sono i cani, che tutti i pomeriggi scorrazzano accompagnati dai loro padroni, lasciando dappertutto escrementi di ogni genere. Catania sembra aver perso l’ennesima sfida: avvicinare quel modello di città moderna al quale aspirava, resta ormai un miraggio.

Marilena Adamo, catanese emigrata per lavoro, descrive con rabbia, amarezza e nostalgia le condizioni nelle quali versa l’area nei pressi di Corso Indipendenza. “Pochi anni fa era un gioiellino - racconta Marilena - con un piccolo percorso guidato fra piante che crescevano spontanee e giochi e altalene per i bambini. Nel giro di due o tre anni, è stato vandalizzato". "I ragazzi sono riusciti ad entrare dentro con gli scooter - conclude - cestini per l’immondizia sono stati divelti e buttati in terra, le cartacce sono gettate ovunque e c’è persino una fontanella che perde acqua incessantemente”.

I writers, mancando un sistema di videosorveglianza adeguato, hanno imbrattato l’intero parco con scritte di ogni tipo. Persino alcuni lampioni sono guasti, tanto che la sera l’intera zona resta poco illuminata.

Lo sconforto tra i residenti è tanto, come racconta un pensionato che preferisce rimanere anonimo. L'uomo tutti i giorni passa all’interno del parco. "Basterebbe una semplice manutenzione ordinaria per mantenere l’area in condizioni decenti- commenta il pensionato - Potare qualche erbaccia e ripulire dai rifiuti è un impegno così gravoso per il Comune?”. Una risposta alternativa sembra esserci, come afferma ancora Marilena Adamo: “Nella zona ci sono tanti pensionati, bambini e persone per bene che potrebbero prendersene cura”. La certezza però rimane soltanto una: il Parco Gemmellaro non è un luogo per turisti, ma uno spazio ormai destinato ai vandali e alle baby gang.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento