Fiaccolata per non dimenticare Mariella Cimò

A San Gregorio di Catania, le strade si sono illuminate con centinaia di fiaccole, i nipoti, il Sindaco Remo Palermo, il Presidente del Consiglio Comunale Pippo Camilleri e l'Associazione Penelope Italia promotori dell'evento

A San Gregorio di Catania, le strade si sono illuminate con centinaia di fiaccole, i nipoti, il Sindaco Remo Palermo, il Presidente del Consiglio Comunale Pippo Camilleri e l'Associazione Penelope Italia promotori dell'evento, hanno potuto così sentire il calore dei concittadini degli amici che conoscono Mariella Cimò la donna misteriosamente scomparsa già da nove mesi.

"Verità a tutti i costi" è stato lo slogan della fiaccolata. Assente invece il marito Salvatore Di Grazia che fino ad oggi è l'unico indagato per omicidio e distruzione di cadavere, che comunque ha fatto avere al Sindaco Remo Palermo una missiva autografa nella quale manifestava il suo assenzo per l'iniziativa intrapresa e adducendo la sua assenza a motivi di riservatezza non disgiunta dalla temuta interpretazione dell'ostentazione del suo "dolore".

Il corteo attraversato il centro cittadino concludendosi davanti il Municipio con un collegamento in diretta con la trasmissione "Quarto Grado" condotta da Salvo Sottile. I nipoti che ancora dopo nove mesi non hanno avuto le dovute risposte sulla sorte della loro congiunta, ritengono necessario mettere in campo tutti i mezzi possibili per le indagini e per la ricerca con invito ai media di non abbassare i riflettori sul caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • In arrivo oltre duecento assunzioni all'aeroporto di Catania

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento