Pedara, siglato accordo per prevenire melanoma e malattie metaboliche

Si stanno già infatti programmando i seminari che saranno la base da cui partire per la prevenzione di una patologia grave come il melanoma cutaneo, ma anche per quelle metaboliche

Prevenzione primaria del melanoma cutaneo con la diffusione delle buone pratiche, come l’utilizzo di creme solari ad alto fattore protettivo, occhiali anti raggi UV e esposizione al sole nelle ore sicure, attraverso una serie di incontri che coinvolgeranno  studenti, genitori, insegnanti e personale tutto dell’istituto comprensivo salvatore Casella; e poi prevenzione secondaria con screening su popolazione dell’intera comunità pedarese. È quanto sancito dal protocollo d’intesa siglato nella sala consiliare di palazzo di città alla presenza del sindaco Antonio Fallica, dell’assessore alla Sanità e Pubblica Istruzione Marina Consoli, del presidente del comitato consultivo aziendale dell’ Asp Angelo Murgo, del referente del CCa Marcello Stella e della presidente Mirella Santoro del Gruppo Rotariano Comunitario “Nutrizione e Salute” Italy del Rotary International, patrocinato dal Rotary Club Catania Duomo 150 – distretto 2110 Sicilia - Malta.

Il progetto è partito nella sua fase attuativa, si stanno già infatti programmando i seminari che saranno la base da cui partire non solo per la prevenzione di una patologia grave come il melanoma cutaneo, ma anche per quelle metaboliche che poi si traducono in malattie dell’apparato cardiovascolare, del sistema nervoso e che sono spesso correlate a forme di tumori come quello alla mammella, all’ovaio e al colon. Il principio è dato da una corretta alimentazione affiancata a test che permettano di verificare se ci possono essere situazioni in cui lesioni della pelle possano trasformarsi in tumori maligni. Da qui la necessità di effettuare una mappatura dei nei. 

"Portiamo avanti con orgoglio anche quest’altro progetto basato sulla prevenzione – ha spiegato l’assessore Consoli evidenziando come questo si affianchi ad altri già avviati e con successo con visite gratuite per la tutela della salute pubblica – penso alla Giornata nazionale della Salute della Donna che ha visto screening e test per i tumori del collo dell’utero e alla mammella; adesso – ha continuato –ci stiamo preparando anche alla Giornata nazionale del Diabete e siamo contenti che l’attenzione resti alta anche su melanoma e malattie metaboliche tra alunni, genitori, docenti e personale scolastico tutto. ”A suo fianco il sindaco Antonio Fallica: “La formazione permanente rientra nei progetti presenti e futuri del Comune di Pedara, siamo attenti – ha continuato il primo cittadino – alla formazione delle nuove generazioni e crediamo che riuscire ad organizzare momenti informativi all’interno dell’anno scolastico possa essere un modo per poter continuare la nostra attività per far si che vi sia una maggiore consapevolezza soprattutto tra i ragazzi che sono il nostro futuro”.

Si tratta di ottenere la massima efficacia, per potere curare le cause di queste patologie servono alimentazione corretta e sane abitudini, con un stile di vita idoneo che mantenga valido il progetto di educazione alla salute” ha dichiarato il dottor Stella, con lui Murgo che ha sottolineato: “Pedara è il tredicesimo comune dell’area metropolitana che aderisce a questa iniziativa: un’attività di volontariato e a costo zero per gli enti cittadini. Non faccio altro che ripetere – ha concluso – che la prevenzione non è mai abbastanza, indurre ad un uso corretto degli strumenti che la sanità offre alla collettività, come la rete civica della salute, rappresenta una grande opportunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

Torna su
CataniaToday è in caricamento