Pedara, nasconde in casa armi clandestine e munizioni: arrestato

Aveva in casa anche quattro pistole antiche e altre armi mai dichiarate che sono state inviate ai Ris di Messina

I carabinieri di Pedara hanno arrestato un 46enne del posto, per detenzione illegale di armi nonché armi clandestine. Ieri sera i militari, a conclusione di una breve ma proficua attività investigativa, hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’uomo. Perquisendo l ’immobile, nascosta sotto i vestiti  nell’armadio della stanza da letto, è stata trovata una scatola con all’interno armi e munizioni.  Una pistola Mauser, modello Hsc cal. 7,65 (registrata a nome della madre defunta del reo ma mai denunciata), una pistola Fn, modello Browning’s cal. 6,35, non censita in banca dati, quattro pistole di manifattura antica prive di segni di identificazione, nonché 142 cartucce di vario calibro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le armi ed il munizionamento sono stati sequestrati e nei prossimi giorni saranno oggetto, da parte degli specialisti del Ris di Messina, di esami tecnico-balistici nonché matricolari per stabilirne provenienza ed eventuale utilizzo in precedenti eventi criminosi. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo decreto: che cosa chiude e cosa resta aperto a Catania

  • Coronavirus, in Sicilia 936 persone attualmente positive: a Catania sono 288

  • Coronavirus, aumentano anche le vittime a Catania: morto 84enne

  • Coronavirus, tre guariti all'ospedale Garibaldi curati con farmaco sperimentale

  • Positiva al Covid-19, prende due aerei e a Catania un taxi: adesso è ricoverata

  • Coronavirus, azienda catanese lancia mascherine in silicone con stampa 3D

Torna su
CataniaToday è in caricamento