"Paga o postiamo i tuoi video hard": 2 arresti, uno è minorenne

La vittima è un 37enne di Pedara che per mesi è stato vessato da un 20enne con il quale aveva avuto rapporti sessuali

I carabinieri di Pedara hanno arrestato  un 20enne ed un 14enne, entrambi del posto, poiché ritenuti responsabili di concorso in estorsione. Vittima un 37enne, anch’egli del luogo, che per mesi è stato vessato ed umiliato dal maggiorenne che, dopo una vera e propria opera di assoggettamento, lo aveva convinto ad avere con lui dei rapporti sessuali. Ogni incontro, filmato di nascosto, era diventato l’arma per ricattare l'uomo ed estorcergli del denaro – quasi 700 euro – consegnato in più tranche. Il poveretto, terrorizzato dalla possibilità di vedere i video postati sui social network, ha ceduto ai ricatti del suo persecutore fino ad ieri mattina quando, contattato al telefono dal minorenne, che nel frattempo era entrato nell’affare, il quale con minacce di morte ed il solito ricatto relativo alla divulgazione delle immagini “hot” gli chiedeva 600 euro in contanti. Preso dallo sconforto più totale, accompagnato da un familiare cui ha raccontato tutto, si è presentato in caserma a Pedara per chiedere aiuto ai carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Il comandante, dopo avere ascoltato la terribile esperienza vissuta dalla vittima, lo ha invitato ad aderire alla richiesta estorsiva precisando di stabilire bene l’ora e il luogo della consegna. L’uomo allora ha ricontattato i suoi aguzzini, invitandoli a raggiungerlo alle 21 nel garage sotto la propria abitazione. I due si sono presentati puntuali all’appuntamento e nel preciso momento in cui hanno intascato i soldi sono stati ammanettati dai militari. Il maggiorenne, è stato relegato agli arresti domiciliari mentre il minorenne è stato associato al centro di prima accoglienza di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • Coronavirus, ordinare a domicilio: la lista delle attività a Catania

  • Fanno la spesa, ma non possono pagare: due cittadini identificati

  • "A casa con febbre e tosse, ma nessun tampone", il racconto di un giornalista di CataniaToday

  • Coronavirus, al Garibaldi già dieci guariti con la terapia "combinata"

  • I casi positivi nella provincia di Catania sono 453 ( + 48): aumentano i ricoverati

Torna su
CataniaToday è in caricamento