Piazza Duomo, tenta scippo ad una turista ma la gente lo blocca

Gli agenti intervenuti sul posto hanno ricostruito la dinamica dell’accaduto accertando che il soggetto fermato era un giovane pregiudicato, residente nella provincia di Enna che, pochi giorni prima, aveva tentato di strappare con violenza la collana in oro ad una donna anziana

La polizia ha arrestato Enrico Meli, pregiudicato, attualmente sottoposto alla sorveglianza speciale con relativo obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, responsabile del reato di tentata rapina aggravata. Alle ore 9.00 circa di ieri, la sala operativa informava gli equipaggi in zona che nella centralissima piazza Duomo, alcune persone avevano fermato un soggetto resosi responsabile, pochi istanti prima, di un fatto di reato.

Ricevuta la nota radio, personale della squadra mobile, sezione quarta “Contrasto al Crimine Diffuso”, impegnato nel centro storico, in questo periodo particolarmente affollato dai numerosi turisti in visita in città, si è recato tempestivamente sul posto segnalato notando un cospicuo gruppo di persone che cercata di bloccare un giovane.

Sul posto, gli agenti operanti hanno ricostruito la dinamica dell’accaduto accertando che il soggetto fermato era un giovane pregiudicato, residente nella provincia di Enna che, pochi giorni prima, aveva tentato di strappare con violenza la collana in oro ad una donna anziana.

La vittima, ancora in evidente stato di shock, era una anziana turista spagnola che in compagnia del marito stava visitando la cattedrale, quando al termine della visita, è stata aggredita dal giovane. La donna, peraltro, per opporsi ai violenti strattoni provocati dall’autore del fatto, che a qualunque costo voleva impossessarsi dell’oggetto in oro, è caduta a terra insieme al marito, senza tuttavia riportare gravi conseguenze.

Successivamente il personale della squadra mobile ha constatato che Enrico Meli era giunto in città a bordo di una autovettura che, da successivi accertamenti, risultava essere oggetto di furto, di cui lo stesso si era reso responsabile qualche giorno prima in provincia di Enna e, pertanto, sottoposta a sequestro.

Il giovane è stato dichiarato in stato di arresto e condotto presso la casa circondariale di Catania – piazza Lanza, a disposizione dell’Autorità giudiziaria. La vittima, invece, ha lasciato la città ringraziando la polizia per la tempestività dell’intervento che ha consentito l’individuazione dell’autore del reato ai suoi danni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Saro Connor
    Saro Connor

    Cambia lavoro, non e' cosa tua

Notizie di oggi

  • Politica

    Pogliese ai deputati: "Debiti per 1,6 milioni e mutui da pagare per 950 milioni. A breve Comune senza liquidità"

  • Cronaca

    La sicurezza alla Ecs Dogana: Andrea Zeta “il saggio” e il “crollo” del fratello Rosario

  • Cronaca

    Paura in una scuola di Gravina ma era un inseguimento dei carabinieri

  • Cronaca

    Antiabusivismo, controlli nel centro storico

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia, tra gli arrestati anche il cantante neomelodico Andrea Zeta

  • Dalla musica neomelodica di Zeta agli affari del clan Santapaola: l'ascesa della famiglia Zuccaro

  • Clan Santapaola-Ercolano, 14 arresti: imponevano anche la sicurezza nei locali

  • La sicurezza alla Ecs Dogana: Andrea Zeta “il saggio” e il “crollo” del fratello Rosario

  • Paura in una scuola di Gravina ma era un inseguimento dei carabinieri

  • Diverbio tra automobilisti, minacce e danneggiamento: padre e figlio indagati

Torna su
CataniaToday è in caricamento