Picchia il compagno della madre: 24enne in carcere

Al malcapitato 56enne, visitato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Cannizzaro”, i medici hanno rilasciato una prognosi di 30 giorni

I carabinieri di Aci Castello hanno arrestatoun 24enne, responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. Il giovane ha avuto una vita movimentata: sua madre è stata costretta a separarsi da suo padre per sfuggire alle percosse di un uomo violento ed il figlio sembra aver seguito le sue orme, alimentate da alcol e ludopatia. Nel pomeriggio di ieri, la madre del ragazzo, che ha allacciato una nuova relazione con un 56enne, aveva chiamato i carabinieri avvertendoli che il figlio per l’ennesima volta stava per picchiare il compagno. L’immediato intervento dei militari era riuscito a calmarlo, facendolo allontanare dall’abitazione.

Nella stessa serata purtroppo il giovane, forse perché di nuovo ubriaco, era ritornato sui suoi passi arrivando addirittura a scavalcare la recinzione sul cortile interno, per poi chiedere alla madre ed al compagno di poter entrare in casa per prendere soltanto alcune coperte ed andare via immediatamente. La donna, dopo essersi consultata con il compagno, accettava la richiesta del figlio che però, entrato in casa, manifestava invece le sue reali intenzioni. Il ragazzo infatti non ne voleva proprio sapere di andare via dall’abitazione ha dato una lunga serie di schiaffi e pugni, distruggendo anche i mobili all’interno dell’appartamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri hanno trovato l’uomo sanguinante ed il giovane che, per nulla intimorito dalla loro presenza, minacciava l’uomo dicendogli: "Domani faccio salire una persona e le prenderai anche da lui". A quel punto i militari lo hanno bloccato mettendo fine alle sue intemperanze,  conducendolo su disposizione del magistrato di turno, presso il carcere catanese di Piazza Lanza. Al malcapitato compagno della donna, visitato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Cannizzaro”, i medici hanno rilasciato una prognosi di 30 giorni  con  “infrazione ossa nasali, escoriazioni in regione nasale e perinasale destra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

Torna su
CataniaToday è in caricamento