Piromane presa dai carabinieri mentre appicca il fuoco a macchia mediterranea

Fuggita è stata immediatamente inseguita e, dopo un centinaio di metri, bloccata ed ammanettata. I militari, nel perquisirla, le hanno trovato in tasca ben 4 accendini

I carabinieri della stazione di Ragalna hanno arrestato la 42enne Monica Livia Stefaniu, di origini romene, poiché ritenuta responsabile di incendio boschivo. Ieri sera una pattuglia dell’Arma mentre si trovava a perlustrare la località Currone, ha notato in lontananza la donna appiccare il fuoco alla macchia mediterranea esistente in quella zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fuggita è stata immediatamente inseguita e, dopo un centinaio di metri, bloccata ed ammanettata. I militari, nel perquisirla, le hanno trovato in tasca ben 4 accendini, utilizzati poco prima per appiccare il fuoco. Per fortuna, il tempestivo intervento del vigili del fuoco del distaccamento di Paternò, allertati dalla centrale operativa dei carabinieri, ha scongiurato il propagarsi delle fiamme – che già avevano distrutto una vasta area coltivata e non - verso la strada provinciale 57 che collega Ragalna a Paternò. L’arrestata, in attesa del giudizio per direttissima, è stata trattenuta in camera di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • Coronavirus, ordinare a domicilio: la lista delle attività a Catania

  • Coronavirus, in Sicilia 1095 contagiati (+159), i morti a Catania sono 15

  • Fanno la spesa, ma non possono pagare: due cittadini identificati

  • "A casa con febbre e tosse, ma nessun tampone", il racconto di un giornalista di CataniaToday

  • Coronavirus, al Garibaldi già dieci guariti con la terapia "combinata"

Torna su
CataniaToday è in caricamento