Squadra mobile, tutti gli arresti della settimana a Catania

Lungo l'elenco degli arrestati in varie attività di servizio svolte dalla questura etnea

Anche questa settimana il lavoro degli agenti della squadra mobile è stato particolarmente intenso. Ecco di seguito i nomi delle ultime persone tratte in arresto.

Angelo Privitera p stato condannato a 2 anni e 5 mesi di reclusione per il reato di associazione pa delinquere di tipo mafioso ed intestazione fittizia di beni, con l’aggravante i essere un elemento di rango apicale della cosca Mazzei, detti anche “Carcagnusi”.

Il 13 gennaio del 2004, nell’ambito dell’operazione “Medusa”, era già stato tratto in arresto. Maurizio Saccà dovrà espoare la pena di 7 anni e 7 mesi per tentato omicidio e porto in luogo pubblico di armi. Graziano Gilberto, pregiudicato, andrà ai domiciliari per un anno e 2 mesi per il reato di furto. Gaetano Di Bella è stato raggiunto da un ordine di esecuzione per la pena detentiva ai domiciliari per 11 mesi e giorni di reclusione, per il reato di furto aggravato. Giuseppe Munzone , sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, è destinatario della revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione edovrà espiare la pena di 7 mesi e 20 giorni di reclusione per violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale. Biagio Strano sarà ai domicilari per 4 mesi e 11 giorni per il reato di tentato furto aggravato. Infine, Giuseppe Miano, pregiudicato, è stato posto ai domiciliari per 2 mesi e 20 giorni per reati in materia di armi. Alessandro Antonio Guarrera, responsabile, di detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, è stato sorpreso con 200grammi di marijuana ed hashish per un peso complessivo di 174 grammi. Si trova ora a piazza Lanza.

Potrebbe interessarti

  • Gelato: i gusti che fanno ingrassare meno

  • Smartphone Huawei: cosa cambia dal 19 agosto

  • Come far durare la tinta per capelli anche in estate

  • Piante grasse: cinque benefici per la salute

I più letti della settimana

  • Trovato morto Marco Avolio, era tra gli storici gioiellieri di Catania

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, un morto e tre feriti

  • Giuseppe Guglielmino, il "re Mida" dei Cappello: confiscato tesoro da 12 milioni

  • Incidente stradale a Sant'Agata Li Battiati, auto perde il controllo e si ribalta

  • Un tumore al cervello gigante rimosso ad una bimba di otto anni

  • Aeroporto, abbandonano bambino in auto sotto il sole: salvato da un poliziotto

Torna su
CataniaToday è in caricamento