Processo Iblis: 24 condanne e 3 assoluzioni, tra gli assolti Cristaudo

Ventiquattro condanne e 3 assoluzioni, compresa quella del deputato regionale Giovanni Cristaudo, ex Pdl poi passato a Grande sud, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa

Ventiquattro condanne e 3 assoluzioni, compresa quella del deputato regionale Giovanni Cristaudo, ex Pdl poi passato a Grande sud, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.

Condannati invece gli ex consiglieri della Provincia di Catania, Antonino Sangiorgi (10 anni) e del Comune di Ramacca, Francesco Ilardi (8 anni). E' la sentenza del processo Iblis, su presunti rapporti tra mafia, imprenditoria e amministratori, emessa dal gup Santino Mirabella nel procedimento che si è celebrato col rito abbreviato.

Il giudice, sostanzialmente, ha accolto le richieste avanzate a conclusione della requisitoria dai pm Antonino Fanara e Agata Santonocito. Tra i condannati anche il geologo Giovanni Barbagallo (9 anni e 4 mesi) e l'imprenditore Mariano Incarbone (8 anni), ritenuti dall'accusa i collegamenti tra esponenti di Cosa nostra di Catania e il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e suo fratello Angelo, deputato nazionale del Movimento per le autonomie.

Assolti, invece il presunto boss Maurizio Zuccaro e un altro imputato, Agatino Verdone. Questa la sentenza emessa dal gup Mirabella nell'aula bunker del carcere di Bicocca: gli imputati per associazione mafiosa erano Alfio Aiello condannato a 12 anni e 4 mesi, Francesco Arcidiacono (18 anni e 9 mesi), Giuseppe Arena (2 anni e 8 mesi), Giovanni Barbagallo (9 anni e 4 mesi), Antonino Bergamo (9 anni e 4 mesi), Bernardo Cammarata (12 anni), Rocco Caniglia (13 anni e 4 mesi), il pentito Alfio Giuseppe Castro (6 anni e 8 mesi), Franco Costanzo (20 anni), Alfonso Fiammetta (11 anni e 4 mesi), l'ex consigliere comunale di Ramacca Francesco Ilardi (8 anni), Mariano Incarbone (8 anni), Graziano Massimiliano Lo Votrico (8 anni), Francesco Marsiglione (12 anni e 8 mesi), Girolamo Gabriele Marsiglione (8 anni), Michele Riccardo Marsiglione (8 anni), Antonino Sorbera (8 anni e 4 mesi), Alfio Stiro (8 anni e 8 mesi), Agatino Verdone (assolto), Maurizio Zuccaro (assolto).

Per turbativa d'asta era imputato Giovanni Calcaterra, condannato a 8 mesi con pena sospesa. Gli imputati per concorso esterno all'associazione mafiosa erano il deputato regionale Giovanni Cristaudo (assolto), Liborio Oieni (condannato a 8 anni), Rosario Ragusa (8 anni e 4 mesi), l'ex consigliere provinciale Antonino Sangiorgi (10 anni). Gli imputati per interposizione fittizia di beni erano Felice Naselli (condannato a 2 anni e 8 mesi e l'avvocato Agatino Santagati (2 anni e 2 mesi).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • La polizia arresta il gestore della "Trattoria il Principe"

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Aggredisce due minori e si scaglia contro la guardia giurata intervenuta, arrestato

  • Biga Morgantina rubata dal cimitero di Catania, i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento