Quarta circoscrizione, Buceti: "Viabilità a rischio paralisi"

Incroci privi di segnaletica, cantieri ad ogni angolo, mancanza di pubblica illuminazione sono alcuni dei disagi segnalati dal consigliere Erio Buceti

"La situazione legata alla sicurezza stradale e al flusso veicolare oggi nel nostro territorio è estremamente allarmante - afferma il consigliere della IV municipalità Erio Buceti -. Ho ricevuto tante segnalazioni da parte dei cittadini preoccupati per il continuo rischio di incidenti, per l’allarme incendi e per una segnaletica assolutamente carente nei pressi di molti incroci del nostro territorio. Questioni che provocano il blocco del traffico e che non possono essere tutti imputati ai lavori nei sottoservizi che, nelle ultime settimane, sta caratterizzando la circoscrizione di Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”.

A destare maggiore preoccupazione sono sopratutto gli snodi viari di San Nullo. In particolare nella zona tra via Amari e il viale Benedetto Croce si segnalano le maggiori criticità. "Qui gestire il flusso di auto e mezzi pesanti è molto difficile - continua Buceti - senza considerare la presenza di alcuni plessi dell’istituto Petrarca che mandano sistematicamente la viabilità in tilt durante gli orari di entrata e uscita da scuola. Oggi nella IV municipalità il piano del traffico resta una grossa incognita aggravato dal fatto che, sopratutto nell’incrocio tra via Ota e il viale Benedetto Croce, la segnaletica orizzontale e verticale è assolutamente carente. A questo bisogna aggiungere il mancato rispetto delle precedenze, la presenza di un’enorme discarica e ampie parti dell’area senza pubblica illuminazione".

"Per tutte queste ragioni- precisa Buceti - chiedo interventi urgenti che prevedano pure il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale- tra via Amari e via San Giacomo e tra via Ota e il viale Benedetto Croce- oltre ad una forte azione repressiva nei confronti degli automobilisti e dei centauri indisciplinati. L’obiettivo è quello di porre fine a tutte le condizioni di disagio e di rimediare così a quelle carenze strutturali che creano non pochi pensieri a migliaia di pendolari che ogni giorno attraversano la nostra municipalità per raggiungere il centro di Catania. Famiglie che devono anche sopportare strade chiuse e carreggiate ristrette, senza un minimo di preavviso, a causa dei lavori per la posa della fibra ottica. Cantieri che già mettono a dura prova un territorio che notoriamente soffre di grosse carenze strutturali e che, nel caso di San Nullo e Cibali, dispone di arterie troppo strette per sopportare un’enorme mole di traffico".

"Non solo, altra questione che mette a rischio la sicurezza di residenti e pendolari della IV municipalità è l’assoluta mancanza di opere di potatura del verde e di bonifica dalle sterpaglie nei terreni abbandonati nei pressi del viale Benedetto Croce, di via Sebastiano Catania, di via Ala, di via Sabato Martelli Castaldi, di via Ballo e di tante altre zone densamente abitate della nostra circoscrizione. Non possiamo aspettare - conclude il consigliere - un rogo di vaste dimensioni prima che l’amministrazione si attivi per realizzare zone di protezione con fasce tagliafuoco tra le case ed i terreni abbandonati".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare fai-da-te: alcuni consigli

  • Abbronzatura: consigli per esaltarla

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

  • Potassio: benefici ed alimenti nei quali trovarlo

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • Incidente stradale sull'asse dei servizi, ferite due persone in moto

  • Catania 2.0: "Quanto ha speso il Comune per la visita del ministro?"

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Catania Summer Fest: tutti gli appuntamenti dal 17 al 31 agosto

  • San Gregorio, polstrada denuncia 12 "furbetti del casello"

Torna su
CataniaToday è in caricamento