Troppi cellulari in platea, Raoul Bova rifiuta applausi al Metropolitan

L’attore non è rientrato in scena per ricevere gli applausi, infastidito dalla mancanza di rispetto del pubblico

Infastidito al punto tale da non rientrare più sul palco per godere degli applausi del pubblico: Raoul Bova non ha accettato affatto i continui squilli che hanno disturbato il spettacolo ‘Due’ al Metropolitan di Catania dove si esibiva insieme a Chiara Francini, e per questo si è rifiutato di uscire alla fine per l'ovazione di rito.

Come riporta La Sicilia, proprio per invitare i presenti a silenziare una volta per tutte i cellulari, un produttore della piéce era comparso sul palco piuttosto irritato in una momentanea uscita di scena dei protagonisti: “Al prossimo telefonino che sentiamo squillare in sala, interrompiamo lo spettacolo” aveva ammonito, ma ciò nonostante, hanno continuato a a trillare.

“Chiara Francini stava recitando un monologo e Raoul Bova, palesemente contrariato, esce di scena lasciando la sua compagna di palcoscenico da sola a scrutare dietro le quinte per capire cosa fare” - si legge - “Il sipario si chiude. E compare nuovamente il membro della produzione che s’intrattiene col pubblico delle prime file: ‘Chi non è capace di spegnere il cellulare resti a casa’”. Dopo qualche minuto di proteste in sala da parte di chi rispettosamente aveva tenuto spento il telefono, il sipario si è riaperto e sono andati in scena gli ultimi 10 minuti della piéce. Bova, “scuro in volto, si presenta al pubblico per gli applausi finali prendendo per mano con galanteria la sua compagna”. Poi, come vuole la prassi, lui ha lasciato sola la Francini che è rientrata. Sarebbe toccato a Bova tornare sulla scena, ma niente da fare: troppo contrariato dalla mancanza di rispetto dimostrata dal pubblico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Confermo

  • È una mancanza di rispetto , anche chattare in sala . La luce del telefono distrae chi è dietro . Il teatro è magia . Se non sapere stare al mondo , state a casa . Non andate a teatro , guardate le serie in tv.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Porte di Catania, incidente tra due macchine: grave un bambino

  • Politica

    Presidio di CasaPound negli ospedali, Anpi: "Illegali"

  • Cronaca

    StMicroelectronics, lo sfogo di una ex-dipendente: "Senza raccomandazione in Sicilia non si va avanti"

  • Cronaca

    Sparatoria a San Cristoforo, grave il titolare di un'officina

I più letti della settimana

  • Porte di Catania, incidente tra due macchine: grave un bambino

  • Appare una donna misteriosa in un quadro, scoperta a Catania

  • Sparatoria a San Cristoforo, grave il titolare di un'officina

  • Agguato a Misterbianco, colpi di pistola davanti ad una onlus di ambulanze: ferito autista

  • Blitz dei carabinieri, 19 arresti per il clan Laudani: gli ordini del boss dal carcere

  • Cadavere ritrovato in via Sant'Euplio: sul posto la polizia scientifica

Torna su
CataniaToday è in caricamento