San Pietro Clarenza, tentata rapina in gioielleria: arrestati due vicini

La coraggiosa reazione della vittima ha fatto desistere i malfattori nel loro intento i quali si sono dileguati per le vie limitrofe. Le indagini avviate dai militari, grazie alla collaborazione della vittima, hanno permesso di individuare i rapinatori che abitavano lì vicino

I carabinieri di Gravina hanno sottoposto a fermo di indiziato G.D. anni 23, e C.D., di anni 32, per tentata rapina in concorso aggravata. I due il 10 novembre hanno fatto irruzione all’interno di una gioielleria del centro di San Pietro Clarenza e a volto scoperto ed armati di pistola hanno minacciato il titolare per farsi consegnare tutti i gioielli custoditi nella cassaforte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La coraggiosa reazione della vittima ha fatto desistere i malfattori nel loro intento i quali, temendo l’arrivo dei carabinieri,  si sono dileguati per le vie limitrofe. Le indagini avviate dai militari, grazie alla collaborazione della vittima, hanno permesso di individuare i rapinatori, peraltro vicini di casa, che sono stati bloccati mentre uscivano dalla loro abitazioni. Gli arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Catania Piazza Lanza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo decreto: che cosa chiude e cosa resta aperto a Catania

  • Coronavirus, in Sicilia 936 persone attualmente positive: a Catania sono 288

  • Coronavirus, aumentano anche le vittime a Catania: morto 84enne

  • Coronavirus, tre guariti all'ospedale Garibaldi curati con farmaco sperimentale

  • Positiva al Covid-19, prende due aerei e a Catania un taxi: adesso è ricoverata

  • Coronavirus, azienda catanese lancia mascherine in silicone con stampa 3D

Torna su
CataniaToday è in caricamento