Comune, maxi debito di 23 milioni per case comprate nell'89

Il Comune o paga nuovamente tutti gli immobili o li deve restituire. Ma le case sono abitate da 138 famiglie e alcuni degli inquilini hanno riscattato l'appartamento, comprandolo e quindi diventandone proprietari

C'è un maxi debito fuori bilancio da 22 milioni che rischia di mandare in dissesto il Comune. Il debito risale al 1989 ed è da attribuire alla compravendita di 138 immobili a Librino: 110 autorimesse, 65 cantine e 12 posti auto. Il Comune, ai tempi, ha pagato in lire l’equivalente di 5,8 milioni di euro, il 90% dell’importo complessivo, impegnandosi di versare il restante 10%, circa 650mila euro, nel 2004.

Ma, al momento del saldo, l’Ente non ha pagato ed è stato aperto un contenzioso con l’impresa per il residuo, ma ha perso. Il Tribunale condanna il Comune non soltanto al risarcimento dei danni che per i 650mila euro non versati è di 5,2 milioni, ma ritiene il contratto di vendita insoluto, anche se solo del 10%, e dispone la restituzione di tutti gli immobili.

La situazione diventa ancora più delicata perchè, adesso il Comune o paga nuovamente tutti gli immobili o li deve restituire. Ma le case sono abitate da 138 famiglie e alcuni degli inquilini hanno riscattato l’appartamento, comprandolo ed è di loro proprietà. 

Contro la sentenza esecutiva del Tribunale il Comune ha annunciato ricorso. Ma, essendo definitiva, il Comune potrà procedere per richiedere la restituzione del 90 per cento sulla somma pattuita che venne regolarmente pagata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nell'incrocio tra via Umberto e via Musumeci: passeggino travolto da una macchina

  • Truffe alle assicurazioni, 36 indagati: coinvolti due avvocati

  • Bollo auto 2020: sconti e nuove modalità di pagamento

  • Blitz dei carabinieri, sgominata banda di spacciatori: 24 arresti

  • Mafia, asse tra clan Mazzei e cosche trapanesi: 28 arresti

  • Incidente stradale sulla Catania-Gela, auto sbanda e cappotta: morta una 41enne

Torna su
CataniaToday è in caricamento