San Giorgio, spacciavano in casa protetti da cinque telecamere

I carabinieri di piazza Dante hanno arrestato i catanesi Marcello Sapuppo e Giacomo Ruscica

I carabinieri di piazza Dante hanno arrestato i catanesi Marcello Sapuppo di anni 32 e Giacomo Ruscica di anni 29, poiché ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Sono stati i militari del nucleo operativo, impegnati in un servizio antidroga nel quartiere San Giorgio, ad osservarne prima le fasi di spaccio in strada, dove preso contatto con la clientela cedevano in cambio di denaro le dosi richieste, per poi scegliere il momento propizio e fare irruzione nel “fortino” di proprietà del 32enne.

Schermata 2019-05-16 alle 11.59.36-2

Abitazione protetta da ben cinque telecamere, collegate ad un monitor posizionato nella camera da letto e da un cancello blindato, all’interno della quale gli operanti, previa perquisizione, hanno rinvenuto e sequestrato: alcune dosi di marijuana pronte per essere piazzate, del materiale comunemente utilizzato dai pusher per confezionare le dosi di stupefacente da porre in commercio, 480 euro in banconote di piccolo taglio, presumibilmente incassate dalla pregressa vendita del “fumo”, una agenda con annotate le entrate e le uscite di denaro relative alla compravendita della droga. Gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Incidente stradale a Bronte, un morto: traffico bloccato sulla statale 284

  • Pregiudicata spacciava cocaina a Gravina: presa dai carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento