A San Giovanni Galermo si spaccia a tutte le ore: arrestati due pusher

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato i catanesi Luca Arona di anni 26 e Alfredo Mantia di anni 55, poiché ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato i catanesi Luca Arona di anni 26 e Alfredo Mantia di anni 55, poiché ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Si conferma una delle piazze più attive nel versante del traffico e spaccio al minuto di droga così come dimostrato dai militari di Fontanarossa in due distinte attività antidroga eseguite ieri mattina intorno alle 12:00 e ieri pomeriggio intorno alle 18:00. Nel primo caso gli operanti hanno sorpreso il 26enne a spacciare sotto casa, in via Capo Passero, dove le successive perquisizioni personale e domiciliare hanno permesso di rinvenire e sequestrare 70 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi, 130 euro in contanti, presumibilmente incassati dalla pregressa vendita della droga, nonché una ricetrasmittente tramite la quale il pusher comunicava con la vedetta che, per fortuna, è stata elusa grazie all’abilità dei carabinieri. Teatro del secondo intervento la via Ustica luogo in cui i militari hanno sorpreso il 55enne mentre piazzava della cocaina ad un assuntore, come peraltro dimostrato dalla dose di cocaina recuperata e dei 55 euro trovati nelle sue tasche, probabile introito dell’attività illecita.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Bucato profumato? Come pulire la lavatrice

  • Centro storico, la polizia mette i sigilli al pub "Area 51"

  • Cosa fare a Catania, i 15 eventi del week-end: Polpette in Festival, Sagra dei Fritti, Festa del Fungo Porcino

Torna su
CataniaToday è in caricamento