Perseguita e minaccia l'ex convivente: 25enne in manette

Alla vista dei carabinieri invece di calmarsi ha cercato di colpirne uno, sferrandogli un pugno, per poi scappare

I carabinieri di San Michele di Ganzaria hanno arrestato un 25enne di Piazza Armerina, già gravato da precedenti di polizia,  ritenuto responsabile di atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale. Non essendosi mai rassegnato alla fine di quella storia d’amore l’uomo, ieri sera, ha lasciato il paese d’origine per raggiugere l’abitazione della ex convivente luogo in cui, dopo aver urlato contro la donna ogni sorta di ingiuria e minaccia, ha tentato di sfondarle la porta d’ingresso a calci.

La poveretta, terrorizzata, ha chiesto aiuto ai carabinieri che, intervenuti immediatamente sul posto, hanno in effetti trovato l’esagitato mentre continuava a prendere a calci la porta insultando la donna. L’uomo, alla vista dei militari, invece di calmarsi ha cercato di colpirne uno, sferrandogli un pugno, per poi fuggire via a piedi. Inseguito, è stato bloccato e, dopo una violenta colluttazione, ammanettato. L’arrestato è stato relegato ai domiciliari così come disposto dal magistrato di turno della Procura  di Caltagirone.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio nell'ospedale di Acireale, intervento dei vigili del fuoco

  • Cronaca

    "Se non mi dai 30 euro ti rompo tutto", così minacciava la madre per comprare la droga

  • Cronaca

    Con un trapianto salva la vita alla sorellina: "Un gesto d'amore che le terrà legate per sempre"

  • Cronaca

    Insulti su Facebook, imputazione coatta per Giarrusso

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia, tra gli arrestati anche il cantante neomelodico Andrea Zeta

  • Dalla musica neomelodica di Zeta agli affari del clan Santapaola: l'ascesa della famiglia Zuccaro

  • La sicurezza alla Ecs Dogana: Andrea Zeta “il saggio” e il “crollo” del fratello Rosario

  • Clan Santapaola-Ercolano, 14 arresti: imponevano anche la sicurezza nei locali

  • Paura in una scuola di Gravina ma era un inseguimento dei carabinieri

  • Diverbio tra automobilisti, minacce e danneggiamento: padre e figlio indagati

Torna su
CataniaToday è in caricamento