Furti di acqua potabile: arresti e denunce a Santa Maria di Licodia

Si erano illegalmente allacciati alla rete idrica pubblica bypassando il contatore.I tecnici hanno pristinato i collegamenti

I Carabinieri di Santa Maria di Licodia con la collaborazione del personale della società Acoset (Azienda Consorziale Servizi Etnei per le acque pubbliche), hanno ispezionato numerose abitazioni ad uso privato delle vie Aldo Moro, Mulini, Papa Paolo VI e Quintino Sella,.

Nel corso delle verifiche sono stati arrestati il 45enne Rosario Furnari, il 52enne Paolo Borselli ed il 36enne Giuseppe Laudani nonché denunciato un 59enne, un 50enne già sottoposto ai domiciliari per altro reato, un 29enne, già affidato in prova ai servizi sociali e due donne di 47 e 38 anni, tutti gravati da pregiudizi penali e ritenuti responsabili di furto aggravato. Come accertato dai militari ognuno di loro si era illegalmente allacciato alla rete idrica pubblica bypassando il contatore. I tecnici dell’ente erogante hanno provveduto a ripristinare i collegamenti originari dei misuratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Catania dove trovare sconti e fare affari

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Anoressia sessuale: cause, sintomi e rimedi

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

Torna su
CataniaToday è in caricamento