Open Arms rifiuta attracco a Catania: "In Spagna non ci insultano"

"Dalla Spagna - ha detto il comandante della ong- non riceviamo insulti o attacchi, non ci chiamano scafisti, nessuno mette in cattiva luce quello che stiamo facendo"

"Ci hanno assegnato Catania, guarda caso la città dove hanno aperto l'indagine contro le ong". Lo ha detto Riccardo Gatti, capitano della Open Arms, intervistato da 'Sky Tg24', tornando sui motivi che li hanno spinti a scegliere la Spagna piuttosto che l'Italia nonostante l'apertura per il porto di Catania. "Andiamo in Spagna perche li è diverso l'atteggiamento del governo" ha aggiunto Gatti. "Dalla Spagna non riceviamo insulti o attacchi, non ci chiamano scafisti, nessuno mette in cattiva luce quello che stiamo facendo, omettendo tutto cio' che sta succedendo. Ai cittadini le cose sono presentate in modo veritiero".

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

  • Viaggiare in auto: consigli per combattere il caldo

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Inseguono autobus con una "moto ape" per aggredire autista: denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento