La scalinata della Giustizia per ricordare i magistrati Falcone e Borsellino

Il 23 maggio di 27 anni fa a Capaci persero la vita il magistrato Giovanni Falcone insieme alla moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro

Il 23 maggio di 27 anni fa a Capaci persero la vita il magistrato Giovanni Falcone insieme alla moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, mentre nella strage di via D’ Amelio morirono Paolo Borsellino insieme a cinque degli uomini della scorta: Vincenzo Li Muri, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina, Agostino Catalano ed Emanuela Loi, prima donna in Italia a far parte di una scorta.

Per ricordare quel triste giorno, gli studenti del Liceo Artistico Emilio Greco di Catania, in collaborazione con l’ ANM, ripropongono il progetto della Scalinata della Giustizia, imponente installazione artistica realizzata ai piedi del Palazzo di Giustizia di Catania, in occasione del 27° anniversario delle stragi in cui persero la vita i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. L’installazione, curata e ideata dalle professoresse Sara Maricchiolo e Veronica Zappalà, riprodurrà la foto cult dei due magistrati scattata al palazzo Trinacria di Palermo due mesi prima la strage di Capaci e sarà realizzata con tecniche e materiali diversi rispetto l’opera realizzata l’anno scorso. Sarà possibile osservare il lavoro degli studenti dell’Emilio Greco dal 23 maggio al 19 luglio, date in cui ricorrono gli anniversari delle stragi rispettivamente di Capaci e di via D’Amelio.

Oggi l’inaugurazione dell’installazione artistica sarà preceduta dalla marcia antimafia, organizzata dagli scout di Catania (Agesci, zona Etnea), con partenza da Piazza Università alle ore 17.30 e arrivo previsto in piazza Verga, alle ore 19.30. Un’occasione dunque, quella offerta dagli studenti del liceo catanese e dall’ ANM alla città di Catania, per riflettere sui valori della legalità e della giustizia e per tramandare le storie di chi ha pagato con la vita il desiderio di liberare il proprio paese dalla mafia e dalla criminalità organizzata. Alle ore 20.00 continua la manifestazione commemorativa nella scalinata del Palazzo di Giustizia organizzata da Città InsiemeCatania. Tra canti, video e parole si ricorderanno i magistrati vittime della mafia. Durante la serata sarà interpretato il recital poetico “Fiamà” dagli allievi del Laboratorio teatrale del Liceo artistico Emilio Greco, tratto dal testo e con la regia di Francesca Fichera.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Vedono la polizia e scappano a 150 chilometri orari, arrestati

  • Cinque arancini gourmet: le ricette della quinta edizione di Chicchi riso e uva di Sicilia

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Auto rubate, la polizia scopre centrale di smantellamento: 4 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento