Guardia di finanza sequestra beni al titolare di una lavanderia

Le fiamme gialle hanno sottoposto a sequestro 11 rapporti finanziari con saldi attivi per 143.000 euro insieme a 3 beni immobili e 16 automezzi

I finanzieri del comando provinciale di Catania hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di euro 653.785 nei confronti del rappresentante legale di una società di Belpasso che opera nel settore delle lavanderie industriali che non aveva versato iva e ritenute per gli anni 2013 e 2014.

L’attività d’indagine trae origine da una segnalazione inoltrata dall’agenzia delle entrate di Catania alla Procura, relativa al consistente debito tributario non onorato dalla società. A conclusione delle indagini il Gip ha disposto il sequestro di ogni bene nella disponibilità dell’amministratore, nei limiti del profitto tratto dai reati tributari. Le fiamme gialle paternesi hanno sottoposto a sequestro 11 rapporti finanziari con saldi attivi per 143.000 euro insieme a 3 beni immobili e 16 automezzi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Caltagirone, trovato dai sommozzatori il corpo di un pastore scomparso

  • Cronaca

    Università, il primo bilancio del rettore Basile: "Attenzione a studenti meritevoli e dottorandi"

  • Cronaca

    Omicidio Giordana, niente comunità da Don Mazzi: Priolo resta in carcere

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale a Pedara, camion si ribalta: conducente incastrato

I più letti della settimana

  • Trovato il cadavere di un uomo sulla spiaggetta di San Giovanni Li Cuti

  • Rissa tra venditori ambulanti alla fiera, furgone travolge bancarelle: indagini in corso

  • I migliori locali di Catania in cui mangiare pesce take away

  • Incidente stradale in Tangenziale, 3 auto coinvolte: traffico rallentato

  • Controlli sul lungomare dei Ciclopi, sanzioni per un lido e un bar

  • Saccheggiavano le auto fuori dai locali, sgominata banda di 4 catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento