Operazione della capitaneria contro la pesca 'fuoristagione' del pesce spada

Sequestrati più di 1600 kg di prodotto ittico, successivamente distrutto o dato in beneficenza

La capitaneria di porto di Catania ha preso parte ad una vasta operazione per verificare l’osservanza dei limiti imposti dalla legislazione vigente, che vieta la pesca del pesce spada nel mese di marzo. Al termine dell’operazione sono stati rinvenuti e sequestrati più di 1600 kg di prodotto ittico, successivamente distrutto o dato in beneficenza ad istituti caritatevoli e di beneficenza a seguito di controllo del competente personale sanitario delle ASP di competenza.

All’attività, condotta anche via mare, sono intervenute 18 Unità navali della Guardia Costiera che hanno controllato 148 pescherecci, accertando la presenza di attrezzi da pesca non consentiti e provvedendo al successivo sequestro, 9 le persone deferite alle competenti Autorità Giudiziarie ed elevati 65.000 Euro di illeciti amministrativi a carico dei contravventori.

Potrebbe interessarti

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Allergia al nichel: sintomi e cibi da evitare

  • Estate: ogni quanto cambiare lenzuola ed asciugamani

  • Estate: piante da giardino e da terrazzo resistenti al caldo

I più letti della settimana

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Droga, ostaggi, pizzo e accordi tra clan: Mazzei sotto scacco

  • Operazione "Hostage", i nomi dei 12 arrestati

  • Arrestato spacciatore: i clienti lo chiamavano “Toretto” da “Fast and Furious”

  • Dentro la classe con gli scooter, due studenti 19enni denunciati

  • Droga, racket e mafia: operazione della polizia stronca gruppo criminale

Torna su
CataniaToday è in caricamento