Sopralluogo per riapertura via principale di Fleri, rafforzato il servizio antisciacallaggio

Nella mattinata di oggi i tecnici della Protezione Civile e del Comune effettueranno un ulteriore sopralluogo in una delle zone maggiormente colpite dal terremoto e cioè la via Vittorio Emanuele che è anche la strada principale che attraversa l’abitato di Fleri

A Zafferana Etnea è sempre emergenza post sisma. Dopo il terremoto del 26 dicembre scorso, si moltiplicano le richieste di sopralluogo da parte dei proprietari degli immobili danneggiati e resi inagibili dal fenomeno tellurico. A tal proposito, va ricordato che è possibile protocollare la richiesta, su relativo modulo, nell’apposito ufficio al pian terreno del Palazzo Comunale di via Garibaldi a Zafferana Etnea. Nella mattinata di oggi i tecnici della Protezione Civile e del Comune effettueranno un ulteriore sopralluogo in una delle zone maggiormente colpite dal terremoto e cioè la via Vittorio Emanuele che è anche la strada principale che attraversa l’abitato di Fleri. Sarà attentamente valutata l’opportunità di riaprire la strada che, al momento, è ancora chiusa al traffico per le conseguenze di alcuni crolli.

La riapertura dell’arteria viaria strada potrebbe rappresentare un primo, tangibile segnale di ripresa verso la normalità nella frazione maggiormente colpita dagli eventi sismici. Intanto, si continua a monitorare la situazione complessiva con l’obiettivo di attenuare più possibile i disagi a cui devono far fronte i 505 sfollati, attualmente alloggiati in alcune strutture alberghiere della zona. E’ stato anche rafforzato il servizio antisciacallaggio grazie al controllo del territorio h 24 garantito dalle Forze dell’Ordine sotto il coordinamento del Questore di Catania, Alberto Francini, con 4 turni giornalieri e con base logistica nel plesso scolastico di via Rossi a Fleri. Nella Sala Consiliare del Municipio, sempre particolarmente attiva la centrale operativa delle Protezione Civile mentre la stanza del Sindaco ospita il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) per gestire le emergenze, nel quale si susseguono le riunioni per gestire al meglio l’emergenza in tutte le sue criticità. Tra queste, anche quella riguardante la raccolta differenziata di materiale vario andato distrutto col terremoto, ad esempio vetri e suppellettili varie. In tal senso, l’Amministrazione Comunale ha già provveduto ad installare tre appositi raccoglitori per i rifiuti indifferenziati, due a Fleri ed uno a Poggiofelice. Domani ne sarà collocato un altro anche nella frazione di Pisano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Catania dove trovare sconti e fare affari

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Anoressia sessuale: cause, sintomi e rimedi

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

Torna su
CataniaToday è in caricamento