Stadio, Parisi: "Bisogna tutelare il Calcio Catania"

"Io stesso in passato - afferma Parisi - ho denunciato le pessime condizioni dei bagni dello stadio. Interventi che, come molti altri, all’interno del Massimino spetterebbero all’ amministrazione comunale"

"Quello che è successo sabato potrebbe sembrare una barzelletta ai non addetti ai lavori. Eppure si tratta della triste realtà. Una situazione resa ancora più amara dall’intervento di alcuni consiglieri comunali che sputano sentenze con il preciso obiettivo di destabilizzare un intero ambiente che punta a vincere il campionato ed a riportare il Catania Calcio nelle categorie più consone alla squadra e all’intera città" così il presidente della commissione comunale al bilancio Vincenzo Parisi commenta la vicenda relativa allo stadio Angelo Massimino, trovato chiuso sabato dalla società Calcio Catania.

Stadio chiuso per un problema tecnico

"I rossazzurri rappresentano un patrimonio per tutti e come tale bisogna assolutamente tutelarli, pur sempre nel rispetto dei ruoli e delle competenze, perché il Catania Calcio rappresenta l’intero capoluogo etneo in tutto Italia. Non capire questo, e impuntarsi su questioni o diatribe burocratiche che potrebbe essere risolte o appianate in poco tempo, vuol dire praticare colpevolmente una forma di autolesionismo dove a rimetterci non è più il singolo ma l’intera collettività etnea. La risposta dell’amministratore delegato Lo Monaco ad alcuni soggetti istituzionali è assolutamente esaustiva e trova d’accordo molti tifosi e catanesi. Io stesso in passato - afferma Parisi - ho denunciato le pessime condizioni dei bagni dello stadio. Interventi che, come molti altri, all’interno del Massimino spetterebbero all’ amministrazione comunale".

"In sostanza? Prima di puntare il dito contro qualcuno o cominciare crociate sulla legalità occorre guardare in casa propria e mettersi al riparo da possibili contestazioni. L'assessore allo Sport Valentina Scialfa, ha dichiarato che i tifosi e i colori rossazzurri vanno sempre preservati ribadendo che Palazzo degli Elefanti è disponibile a discutere da subito con il Calcio Catania ogni dettaglio per evitare controversie e fraintendimenti che nessuno vuole. Una posizione che mi trova d’accordo al 100% - conclude il consigliere comunale -, ma per fare questo occorre allontanare ogni soggetto, sia esso istituzionale o meno, che vuole farsi campagna elettorale su una maglia che ogni domenica appassiona migliaia di tifosi. Il sindaco Bianco, quindi, che ha i poteri e le competenze deve intervenire, deve allontanare i politicanti che nulla hanno a che vedere con la passione dei migliaia di tifosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

  • Beccati a lavorare e confezionare 180 chilogrammi di marijuana, arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento