Stancanelli sulla vicenda Bonaccorsi-M5s: "Affermazioni di Giarrusso ricattatorie"

Contro le parole del senatore Mario Giarrusso sulla telefonata tra il vicesindaco Roberto Bonaccorsi e l’ex consigliere M5s Giovanni Grasso, interviene anche il senatore di Fratelli D’Italia, Raffaele Stancanelli

Contro le parole del senatore Mario Giarrusso sulla telefonata tra il vicesindaco Roberto Bonaccorsi e l’ex consigliere M5s Giovanni Grasso, interviene anche il senatore di Fratelli D’Italia, Raffaele Stancanelli.

“Nel tentativo di colpire un galantuomo come Roberto Bonaccorsi –afferma il senatore- professionista serio e rigoroso che sta facendo un grande lavoro per la città di Catania, le affermazioni del senatore Mario Giarrusso appaiono avere un evidente scopo ricattatorio. Un comportamento irresponsabile -aggiunge il senatore- non consono ai doveri di un parlamentare e che lascia intravedere il tentativo in atto di una certa politica di bloccare i sostegni del Governo e del Parlamento necessari per Catania".

"Tutto ciò arreca un danno gravissimo ai cittadini che stanno già subendo pesanti conseguenze dal dissesto finanziario dichiarato in ossequio alla sentenza della Corte dei Conti il 4 maggio 2018. Il movimento Cinque Stelle è una forza di governo e ci auguriamo che assuma comportamenti adeguati –conclude il parlamentare- non utilizzando singole vicende che in nessun caso possono inficiare la correttezza e la limpidezza di un uomo come Roberto Bonaccorsi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Reddito di cittadinanza e falsa disoccupazione: indagata la neomelodica Agata Arena

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

Torna su
CataniaToday è in caricamento