Stupro della 19enne americana, Tribunale del riesame: "Gli indagati erano consapevoli"

Il video del rapporto di due di loro con la 19enne, "trovato nei cellulari dei tre", come riportato dai giudici, fa "trapelare un atteggiamento complessivo" della giovane che "appare evidentemente non vigile, in balìa degli indagati"

Gli atti di indagine "permettono di ritenere suffragata la gravità indiziaria in ordine ai reati ascritti a tutti e tre gli indagati". E' quanto scrive il Tribunale del riesame di Catania nelle motivazioni con cui, l’11 aprile scorso, ha confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dei tre giovani arrestati per violenza sessuale su una 19enne statunitense, fermati dai carabinieri il 26 marzo scorso.

Indagati sono Roberto Mirabella, assistito dagli avvocati Luigi Zinno e Giuseppe Rapisarda, Agatino Valentino Spampinato, difeso dai legali Giovanni Avila e Monica Catalano, e Salvatore Castrogiovanni, rappresentato dalla penalista Maria Luisa Ferrari.

I legali stanno preparando ricorso in Cassazione. Il Tribunale del riesame sottolinea "il grave stato di inferiorità psichica della vittima", fatto di cui "gli indagati avevano piena consapevolezza".

Il video del rapporto di due di loro con la 19enne, "trovato nei cellulari dei tre", come riportato dai giudici, fa "trapelare un atteggiamento complessivo" della giovane che "appare evidentemente non vigile, in balìa degli indagati che, incuranti del suo rifiuto nonostante tutto manifesto, abusano di tal abbassamento di difese da parte della ragazza". Mentre "è escluso che la loro capacità di giudizio fosse alterata e che, parimenti, i loro livelli di autocontrollo fossero diminuiti".

Il Tribunale ritiene "coerente e logico" il racconto della vittima. E sul presunto rapporto sessuale che la 19enne avrebbe avuto dopo la violenza subita con uno degli indagati il riesame lo giudica un "post factum' inidoneo a inficiare la solidità dell’impianto accusatorio". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento