Terremoto, anche l'unione monarchica prende posizione

Pivetti (UMI): “Al Governo nazionale chiediamo di guardare, per una volta, alla Sicilia non come terra di conquista elettorale ma come parte di una Nazione ferita”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Gli ultimi eventi sismici che hanno interessato la provincia di Catania hanno segnato duramente la popolazione Siciliana. L’Unione Monarchica Italiana si stringe attorno al dolore delle famiglie coinvolte e delle amministrazioni locali. Siamo consapevoli che il Governo Regionale viaggi al massimo regime per alleviare i disagi patiti in quei luoghi ma esortiamo tutti e ciascuno ad adoperarsi per fare fronte alla situazione che si è determinata. Inoltre, invitiamo chi avesse in programma di visitare quei luoghi per l’imminenza della festività del capodanno ad informarsi bene, con le autorità competenti, prima di disdire eventuali prenotazioni presso strutture ricettive poiché il mancato introito per quelle zone aggiungerebbe oltre al danno la beffa. Nei prossimi giorni l’UMI stabilirà i modi di intervento al fine di stare vicina alle popolazioni colpite. Al Governo nazionale chiediamo di guardare, per una volta, alla Sicilia non come terra di conquista elettorale ma come parte di una Nazione ferita.

Torna su
CataniaToday è in caricamento