Trema la terra a Bronte e Biancavilla: la scossa più forte con magnitudo 3.3

A titolo precauzionale a Bronte sono state evacuate le scuole. Sono tre in totale le scosse di terremoto registrate nelle prime ore della mattina tra Bronte e Biancavilla, nettamente avvertite dalla popolazione

L'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania ha registrato tre scosse di terremoto tra Bronte e Biancavilla. L'evento più forte, delle 7 e 21, ha avuto una magnitudo di 3.3 gradi con epicentro a 6 chilometri di profondità ed è stato avvertito nettamente dalla popolazione di Bronte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una seconda scossa, di magnitudo 2.0 è avvenuta alle 4 e 14 di stamane dieci chilometri a sud est dello stesso paese, cone epicentro ad 8 chilometri nel sottosuolo. Infine, alle 6 e 05 un terzo episodio analogo con magnitudo 2.5 è avvenuto in territorio di Biancavilla, 10 chiolometri a nord est dal centro abitato. L'evento è stato registrato dai sismografi alle 6 e 05 ed anche in questo caso l'epicentro è localizzato a 6 chilometri di profondità. A titolo precauzionale a Bronte sono state evacuate le scuole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Chiusa un'officina abusiva grazie a una segnalazione sull'app YouPol

  • "Fake Credits", arrestato Paladino: futuro in bilico per il Calcio Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento