Doppia scossa di terremoto alle pendici dell'Etna

Due scosse di terremoto di magnitudo 3.2 e 2.3 della scala Richter sono state registrata domenica sera intorno alle ore 23:00. Il centro dei due fenomeni sismici è stato identificato sull'Etna, ad 1 km a Nord del comune di Zafferana

Doppio evento sismico ieri sera, intorno alle ore 23:00, ad 1 km a nord del comune di Zafferana.

La prima scossa di terremoto, misurata in magnitudo 3.2, è stata registrata nel territorio di Catania. Un movimento sismico che gli strumenti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno rivelato essere di notevole energia.

I tecnici stanno valutando i dati registrati, relativi specialmente alla fascia del versante orientale dell'Etna e del litorale ionico.

Il successivo movimento sismico è avvenuto un minuto dopo, misurato in magnitudo 2.3 della scala Richter, il mini terremoto non è stato percepito dalla popolazione.  Le scosse non hanno provocato danni a persone o infrastrutture.

L'ipocentro dei due fenomeni sismici è stato identificato sull'Etna e ad una profindità di circa 5 km.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • In arrivo oltre duecento assunzioni all'aeroporto di Catania

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento