Trasportava panetti di hashish in auto: arrestato

L'uomo originario di Randazzo è stato fermato dai carabinieri al confine tra le province di Catania e Messina

Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri di Santa Domenica Vittoria, supportati dai militari della stazione di Floresta, hanno arrestato il 50enne M.A., originario di Randazzo in provincia di Catania, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I carabinieri, impegnati in attività di controllo nel territorio di Santa Domenica Vittoria, zona di confine e passaggio tra la provincia di Messina e quella etnea, hanno fermato l’autovettura di M.A, già conosciuto alle forze dell'ordine, e hanno effettuato il controllo.

Nel corso dell’identificazione, l'attegiamento nervoso e insofferente dell'uomo ha insospettito i militari di pattuglia, i quali hanno deciso di perquisire l'auto. Sotto al sedile passeggero hanno quindi rinvenuto, 930 grammi di hashish suddivisi in nove panetti e, nel portafoglio dell’uomo la somma di 1.670 euro in contanti, ritenuta provento di attività illecita.

Lo stupefacente e il denaro sono stati sequestrati e il soggetto è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e successivamente accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Messina, in attesa dell’udienza di convalida.

Potrebbe interessarti

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Allergia al nichel: sintomi e cibi da evitare

  • Estate: ogni quanto cambiare lenzuola ed asciugamani

  • A contatto con le meduse: cosa fare e cosa non fare

I più letti della settimana

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Operazione "Isola Bella", i nomi degli arrestati

  • Droga, ostaggi, pizzo e accordi tra clan: Mazzei sotto scacco

  • Operazione "Hostage", i nomi dei 12 arrestati

  • Arrestato spacciatore: i clienti lo chiamavano “Toretto” da “Fast and Furious”

  • Dentro la classe con gli scooter, due studenti 19enni denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento